Purtroppo anche gli specialisti del settore, sanno bene che non possono offrire sempre delle occasioni perfette a tutti i giocatori.   Anche alle piattaforme migliori capita di avere problemi e questa volta è successo a Poker Stars con i programmi della domenica.  Stiamo parlando esattamente del Sunday Special, un torneo domenica che ogni settimana mette in palio 150 mila euro, con un buy-in pari a 100 euro.

In una delle scorse domeniche  è avvenuto qualcosa fuori dagli schemi, infatti l’evento in programma è stato prima fermato e poi cancellato.  I giocatori in attesa e pronti per la vittoria finale, hanno ricevuto un rimborso dell’iscrizione visto che non è stato possibile mandare avanti i dettagli. La motivazione? Le azioni all’interno dei tavoli di gioco si fermavano rendendo impossibile lo svolgimento delle partite.

Per evitare il peggio Poker Stars ha deciso di applicare il Roll Forward, ovvero a ogni singolo giocatore viene restituita la tassa di iscrizione e la suddivisione del montepremi con il 50% destinato a tutti i giocatori rimasti in gioco e la parte restante, distribuita in modo proporzionale alle chip rimaste.

Questo significa che il 134,280 generati divisi a metà, una parte donata ai 729 superstiti in parti uguale e la seconda come descritto sopra.  Una situazione alquanto particolare che di certo non delude le aspettative che permette di garantire i risultati perfetti anche in caso di problemi tecnici.

Poker Stars con questo gesto ha dimostrato di essere un’azienda completa e professionale che non ha deluso nessuno dei giocatori.  In alternativa  poteva essere attivata la variante Roll Back, una regola in cui nei casi di un torneo cancellato, ai giocatori aspetto il buy-in e il re-buy.

Ovviamente si è trattato solo di un caso isolato e non di un bug e nemmeno di un attacco hacker.